Dott. Salvo Manca
Consorzio Costa Smeralda
                                           

Porto Cervo, 18 Luglio 2008

Oggetto: Discesa Sottopiazza e Via Cala del Faro

Egregio Direttore,

La ringrazio della Sua cortese lettera dello scorso 27/06/08  e sono a Sua disposizione per l’aiuto richiestomi.

1) Discesa Sottopiazza da via Cerbiatta e rampa accesso garage 2° fase

Per quanto riguarda la discesa che porta al Sottopiazza di Porto Cervo, essa è l’unico accesso per carrozzine di disabili e bambini.  A loro, una volta ingombrato, viene negato il diritto di godere del Sottopiazza di Porto Cervo.

E’ inspiegabile perché, la stessa discesa, sia  stata asfaltata, o perché sia stato fatto il marciapiede abbattendo le barriere architettoniche solo nella parte alta della strada,  fermandosi  all’altezza dell’innesto con La Passeggiata.

Le condizioni della  parte bassa, invece, sono quelle del degrado di paletti transennanti il passaggio pedonale, divelti ed arrugginiti. Il passaggio è ininterrottamente bloccato da motociclette  di persone incivili. Completano lo scenario i cassonetti dei rifiuti perennemente debordanti e talvolta vuoti,  in quanto la spazzatura viene spesso scaricata lungo la strada. L’intonaco è sporco e scrostato, l’asfalto in totale sconquasso ed in aggiunta emana un odore fetido.

Le sto descrivendo non  chi sa quale recondito angolo del Consorzio Costa Smeralda, ma della Piazza, della Passeggiata  e Sottopiazza di Porto Cervo. Proprio per questo Le raccomando di fare un sopralluogo da solo o con Mario Costi o con me, affinché possa rendersi conto personalmente della veridicità di quanto Le ho esposto.

La stessa strada  funge da rampa di accesso al Garage n. 7 di Porto Cervo Villaggio 2° Fase, di cui Le ho scritto nella mia del 29/05 al punto 5.

La situazione è leggermente migliorata rispetto all’ultimo nostro scambio di opinioni in merito, ma  non di molto. Spesse volte, per accedere o per uscire dal garage dobbiamo aspettare – oltre  me purtroppo diverse altre auto - anche 20 minuti. Non so se ho reso l’idea di quale intasamento e inquinamento si viene a formare.

Non vi ho mai visto il nostro Servizio Vigilanza. A parer mio bisognerebbe monitorarla costantemente attraverso la tecnologia. In passato notai una telecamera con cartello di avviso di “area video sorvegliata” all’ingresso della rampa, all’altezza dell’innesto da Via Cerbiatta. Stammane mi è sfuggito alla vista o è stato tolto. Pur tuttavia quello è uno dei punti più critici di Porto Cervo e trovo veramente indispensabile vigilare sull’area, proprio come ho visto nella nostra pubblicità sul Servizio Vigilanza, con una dozzina di schermi di aree video sorvegliate.

Tale intervento è necessario per noi consorziati in primis, per i turisti indubbiamente e per l’immagine stessa del nostro Consorzio.

2) Potatura piante Via Cala del Faro

Lungo la via che porta da Cala Granu a Capo Ferro si incontrano diversi podisti costretti a camminare lungo la strada trafficata dalle auto, per via della crescita laterale dei rami delle piante. Trovo veramente urgente, l’intervento della Protezione Ambiente, con potature effettuate regolarmente al fine di dimensionare la crescita costante delle piante e di permettere ai pedoni di transitare lungo le vie senza mettere a rischio la propria incolumità.

La ringrazio per il seguito che vorrà dare alla presente e Le invio i miei migliori saluti.

M.B. Satta

<<<INDIETRO