Dott. Salvo Manca
Direttore Generale Consorzio Costa Smeralda

                                       Porto Cervo, 29 Maggio 2008

 Oggetto: Nostro incontro del 10 Marzo 2008

Egregio Direttore,

è stato un piacere poter discutere con Lei, nel nostro incontro del 10 Marzo u.s..

Dalle sue parole, ho potuto finalmente sentire il vero senso del nostro Consorzio: mettere al centro dei suoi obiettivi il benessere di tutti i suoi membri e la conferma che è diritto di tutti noi consorziati e non privilegio di pochi di trarre beneficio dalle alquanto esose quote consortili che tutti noi paghiamo.

Vorrei precisare, inoltre, che il mero intento delle mie note è quello di contribuire esclusivamente al miglioramento del nostro Consorzio e dei suoi Servizi, di salvaguardarlo dalla probabile disaffezione di coloro che, delusi,  si rifiuterebbero di pagare le quote consortili, con tutte le gravose conseguenze che ne deriverebbero.

Le ricordo, infine, i temi principali della nostra discussione di cui gentilmente Le chiedo di volermi informare:

1) Centralizzazione sistemi di allarme

Sono in attesa di avere sue notizie a riguardo di quanto mi accennò, circa un sistema facilissimo e molto economico da installare nelle case di noi consorziati.

 2) Viabilità Via Cerbiatta

E’ imminente l’inizio  dell’alta  stagione e la sua soluzione è  urgentissima.

Si tratta di allargare la strada, non di eliminare i parcheggi di cui Porto Cervo è affamata e di ridurre un tantino il prato verde, fino a sfiorare in alcuni tratti il camminamento in cemento. Quando si intasa di auto e di camion, oltre agli incommensurabili disagi, si produce un alto e pesante inquinamento.

Qualora volesse fare un sopralluogo per meglio spiegarglielo sono a Sua disposizione.

3) Eco-mostri Capo Ferro

 Anche per questo sono disposta ad accompagnarLa per un sopralluogo.

 Il nostro Regolamento Edilizio e del Verde dice:

 Il Regolamento Edilizio del nostro  Consorzio, nella parte intitolata Sistemazioni Esterne e Giardini,  l’Art. 53 pag. 27 dice testualmente:  “I progetti di sistemazione esterna e dei giardini devono essere realizzati completamente entro il termine di un anno dalla data di ultimazione del fabbricato, o nei termini che il Consorzio fisserà, salvo speciale deroga, di volta in volta”.

 Che tempi dà il Consorzio come “data di ultimazione del fabbricato”?

 Qui abbiamo dei “cantieri-mostri” da anni, realizzati, oltretutto, fuori regola sia dal punto di vista comunale che consortile!

 4) Cartelli pubblicitari su strada provinciale panoramica Costa Smeralda.

 Le chiedo se nel frattempo sia stata fatta chiarezza al riguardo con l’amministrazione provinciale e se è decaduto l’accordo, fatto a suo tempo e di cui ci  siamo avvalsi  per  vari decenni, tra il nostro Consorzio ed il rappresentante della Provincia, l’allora On. Toto Spano.

 5) Carico e scarico Porto Cervo Villaggio

 Questo certamente non può essere lasciato a carico dei Condominii 1a e 2a  Fase di Porto Cervo Villaggio. E’ un problema che riguarda tutta la comunità consortile e pertanto è necessario che il Consorzio se ne faccia carico, risolvendolo definitivamente ,  come a Capri, Taormina,  Portofino ed altre località di alto pregio e complessità, con trasportatori elettrici eco-compatibili e con una continua sorveglianze attraverso pattuglie e video camere.

 Quando l’accesso al Garage N. 7 viene intasato da alcuni camion che effettuano il carico/scarico merci significa, oltre ai disagi personali per chi deve uscire, per chi deve entrare non poter parcheggiare le macchine dentro il Garage ed essere costretti quindi ad occupare parcheggi in altre zone, togliendone la disponibilità ai visitatori di Porto Cervo.

 6) Accesso Sottopiazza Porto Cervo da Via Cerbiatta

 E’ una permanente discarica a cielo aperto da battere la situazione “Napoli” e, mi creda, glielo dico dolorosamente, non è né una battuta né una esagerazione.

 7) Contabilità Consorzio on-line

 Per la trasparenza alla quale Lei e noi consorziati ci appelliamo, in merito al Suo annuncio che state provvedendo a mettere on-line la contabilità dettagliata, Le chiedo gentilmente entro quanto tempo ciò sarà possibile.

 8) Allestimento invernale vetrine

 Per questo punto sarà sicuramente necessario inviare in tempo utile una  circolare con suggerimenti ai negozianti di come lasciare in un minimo di decoro le vetrine dei loro locali commerciali durante il periodo di chiusura. Non guasterebbe un invito a tenere aperti tutti i negozi per il periodo più lungo possibile, magari stabilendo delle date fisse di inizio e fine stagione. Al riguardo, dovrebbe esserci massima collaborazione tra Consorzio e Comune.

 In attesa La ringrazio e La saluto cordialmente.

 M.B. Satta

<<<INDIETRO