E’ stato constatato che il fare pagare l’accesso alle barche al Parco di La Maddalena, ha prodotto come conseguenza, l’abbandono dell’arcipelago da parte di molte barche, spingendole ad affollare le baie fuori del parco, dove c’è meno ricambio di acqua, con l’aggravamento dell’inquinamento costiero. Si è semplicemente spostato l’inquinamento dalle isole alla terraferma.

Un atto di civiltà e di conservazione della natura sarebbe l’obbligatorietà dei serbatoi delle acque nere in tutte le barche oltre i 10 metri e di WC chimici in quelle più piccole. Dove non sono presenti le adeguate attrezzature, lo scarico può avvenire oltre le due miglia dalla costa.

<< Indietro

info@apics.it